Four Steps in Rome/Italy

This week we suggest a strange itinerary: our one …

Few weeks ago we realized one of our dreams, we traveled to Italy to get to Lucca and watch the concert of our favorite band, 30 Seconds to Mars.

For us it was a great experience, very important, and that’s why we want to share with you.

13/07/2013                                                                                                    05:00 A.M.

Wake Up!!

Today is the big day, we leave for our first concert together, our first concert of 30 Seconds to Mars.

We arrange the last things, we’ve prepared the t-shirts last night, as well as the thermos of coffee (yes, we are a little dependent😄).

We are getting ready to go out harnessed more than ever, jackets worn, and Eastpack bag over our shoulder.

We arrive at the station at 06:30 we still have an hour of time …

Breakfast time!

2 Espresso, 2 orange juices, a simple croissant and a blueberry muffin.

The train was exactly on time!

We reach our carriage and surprise: our seats are the n# 13:14!

Finishing shirts ‘tween a song to the other, and here we are in Florence; just few minutes e to find the right track and on the way for Lucca.

Arriving at the station we realize that we haven’t printed a map with directions to reach the hostel O.O

So we rely on our mystical sense of direction (Chiara Google Map and Mimmi Tom Tom) as well as the old method of asking information.

Then we head towards the arches that surround the town.

Overcoming that we immediately find ourselves doing a blast from the past: a town made up of narrow streets, san pietrini, arches, small squares … a little Romanesque, a little medieval.

We can not resist the temptation and we pass through Piazza Napoleone (where there will be the concert) there are already people, then we rush to the hostel to check-in.

Small detail: we had booked two beds in the male dormitory (-. – “just us!)

The lady was incredibly nice, and it has solved the problem in no time, even if the room was not ready.

We lose time walking around the town, looking for a place where feed ourselves, we find a pizza place that inspires us and we taste the Cecina: a sort of pancake made from chickpea flour, really good!

Back in the hostel, we change ourselves, we prepare and off to Piazza Napoleone!

People, people and again people!

We look around us to see if we meet some familiar faces, but there is too much confusion.

Wandering a bit ‘for the square, trying to figure out which side would put hurdles, we start to chat while we prepare for the row.

A row that has been endless and poorly organized, we thank the representatives of the police who came to make up the work of the security service have made us get seated.

The opening of the gates was scheduled for 19:30, a few minutes late, a little ‘(a lot) of crush and we are rushing towards the stage: we can achieve a dignified position we are roughly in the tenth row, on the left of the stage in front of the station Tomo (the bassist).

Still waiting, then we warm up the voice with the choruses of ohooooh, uhhhoooo… with Simone Jones.

And our heroes get even wait.

Then we hear it, the song begins …

Birth

And there is no more back pain, feet no longer hurt, my legs are no more tired of the long wait, none of that to matter anymore.

The only thing that matters is adsso bask in the music and jumping in time to touch the sky.

Music, Love, Passion.

Color, Entertainment, Warm.

Word of mouth water bottles, Jumps, Singing our hearts out. 

Ninety minutes of madness, which made us rebirth again!

14/07/2013                                                                                                    05:00 A.M.

Again Alarm!

We slept very little, a group of boys and girls, who were also at their concert, they were a little too excited to go to sleep at a decent hour or maybe you are just confused and thought they were on a school trip, not caring highly of the other guests of the hostel.

On the road again, what with one thing and another we left the hostel at 06:00, much in advance, but we took the opportunity to make us a walk to Lucca, accompanied only by peace and silence.

On the road again, ready for another dream.

The owners of the Bed and Breakfast we have definitely cuddled and vitiated!

14:00 am and finally we are heading in Piazzola sul Brenta, psychologically ready to begin again: endless line, anxiety and adrenaline.

Another unforgettable night, another dream, another adventure.

New knowledge, new emotions.

We reached the end, I think is not necessary to tell you about our return there would be very little to say.

Probably you did not expect a route like this:

there are no places to visist, but only dreams to fulfill.

On the road!

On the road!

IMG_20130713_163153 IMG544 IMG545 IMG549

IMG550 IMG551 IMG559 IMG560 IMG563

Questa settimana vi proponiamo un itinerario strano: il nostro itinerario.

Qualche settimana fa abbiamo realizzato uno dei nostri sogni, abbiamo viaggiato per l’Italia per arrivare a Lucca e vedere il concerto del nostro gruppo preferito, i 30 Seconds to Mars.

Per noi è stata davvero una bella esperienza, importante, e per questo la vorremo condividere con voi.

13/07/2013                                                                                                   ore 05:00 

Sveglia!!

Oggi è il grande giorno, oggi partiamo per il nostro primo concerto insieme; il nostro primo concerto dei 30 Seconds to Mars.

Sistemiamo le ultime cose: le maglie le abbiamo preparate ieri sera, così come il thermos del caffè (sì, siamo leggermente dipendenti😄 ).

Ci prepariamo ad uscire bardate più che mai, giacchetti indossati, borsa ed eastpack in spalla.

Arriviamo alla stazione alle 06:30 abbiamo ancora un’ora di tempo.

Breakfast time!

2 caffè, 2 spremute d’arancia, un cornetto semplice ed un muffin ai mirtilli.

Il treno era perfettamente in orario!

Raggiungiamo la nostra carrozza e sorpresa: i nostri posti sono il n° 13 e 14!!!

Rifinitura magliette tra una song e l’altra e siamo subito a Firenze, il tempo di trovare il binario giusto e via per Lucca.

Arrivate in stazione ci rendiamo conto di non aver neanche stampato la mappa con le indicazioni per raggiungere l’ostello O.O è decisamente da noi U.U , ci affidiamo quindi al nostro mistico senso dell’orientamento (Chiara Google Map e Mimmi Tom Tom) nonché al vecchio metodo del chiedere informazioni.

Ci dirigiamo quindi verso gli archi che delimitano la cittadina, li superiamo ed immediatamente ci troviamo a fare un tuffo nel passato: una cittadina fatta di vicoli, san pietrini, archi, piccole piazze… un pò romanica, un pò medioevale.

Non resistiamo alla tentazione e passiamo per Piazza Napoleone (dove ci sarà il concerto) già c’è gente, quindi ci affrettiamo verso l’ostello a fare il check-in.

Piccolo particolare: avevamo prenotato due posti letto nella camerata maschile (-.-” solo noi!)

La signora è stata incredibilmente gentile, ed ha risolto il problema in un battibaleno, anche se, haimè, la camera non era pronta. Perdiamo tempo in giro per la cittadina, cercando un posticino dove nutrirci, troviamo una pizzeria che ci ispira ed assaggiamo la Cecina: una specie di focaccia di farina di ceci, davvero buona!

Di nuovo in Ostello, ci cambiamo, ci prepariamo e via a Piazza Napoleone!

Gente, gente ed ancora gente… ci guardiamo intorno per vedere se incrociamo qualche faccia familiare, ma c’è troppa confusione.

Girovaghiamo un po’ per la piazza, cercando di capire da quale parte avrebbero messo le transenne , iniziamo a chiacchierare mentre ci disponiamo per la fila.

Una fila che è stata davvero interminabile e male organizzata, ringraziamo i rappresentanti delle forze dell’ordine che son venuti a supplire al lavoro del servizio di sicurezza e ci han fatto mettere seduti.

L’apertura dei cancelli era prevista per le 19:30, qualche minuto di ritardo, un po’ (parecchia) di ressa e stiamo correndo verso il palco: riusciamo a raggiungere una postazione dignitosa siamo all’incirca in decima fila, sulla sinistra del palco proprio di fronte alla postazione di Tomo (il bassista del gruppo).

Ancora attesa, poi ci scaldiamo la voce con i coretti di ohooooh, uhhhoooo, ecc con l’amica Simone Jones.

E id i nostri beniamini si fanno ancora attendere.

Poi la sentiamo, inizia la canzone…

Birth

E non c’è più mal di schiena, i piedi non fanno più male, le gambe non son più stanche della lunga attesa, nulla di tutto ciò a più importanza.

L’unica cosa che adesso conta è bearsi della musica e saltare a tempo fino a toccare il cielo.

Musica, Amore, Passione.

Colore, Spettacolo, Caldo.

Passaparola di bottigliette d’acqua, Salti, Canto a scuarciagola.

Novanta minuti di follia, che ci hanno fatto rinascere!

14/07/2013                                                                                                   ore 05:00 

Di nuovo Sveglia!

Abbiamo dormito davvero poco, un gruppo di ragazzi e ragazze, che erano stati anche loro al concerto, erano un po’troppo entusiasti per andare a dormire ad un’ora decente o forse si son solo confusi e pensavano di essere in gita scolastica, fregandosene altamente degli altri ospiti dell’Ostello.

Di nuovo in cammino, tra una cosa e l’altra siamo uscite dall’Ostello alle 06:00, decisamente in anticipo, ma ne abbiamo approfittato per farci una passeggiata per Lucca, accompagnate solo dalla pace e dal silenzio.

Di nuovo in viaggio, pronti per un altro sogno.

I proprietari del Bed and Breakfast ci hanno decisamente coccolate e viziate!

Sono le 14:00 e finalmente ci stiamo dirigendo a Piazzola sul Brenta, psicologicamente pronte a ricominciare: fila interminabile, ansia ed adrenalina.

Un’altra serata indimenticabile, un altro sogno, un’altra avventura.

Nuove conoscenze, nuove emozioni.

Siamo giunte alla fine, non credo sia necessario raccontarvi il nostro rientro ci sarebbe ben poco da dire.

Probabilmente non vi aspettavate un itinerario del genere:

non ci sono posti da visitare, ma solo sogni da realizzare.

 

Michela

One thought on “Four Steps in Rome/Italy

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s