A 30 Seconds To Mars Week-end

Who spent some  time with us , have begun to know us … at least a little .

Who spent some  time with us , maybe understood that we are fans of 30 Seconds To Mars .

No, not  fans … but  Echelon.

I think the word fan , is both reductive and offensive , as it comes from the word fanatic.   The Echelon are a comunity, a family.

So (sorry for the note😄) , we want to show you another little side of us .

We are people who grew up in the music, and now we are almost totally dependent , of course, in the good way :

I think I’m a music dependent,a musicholic ; when I hear a song I like , I can not sing , can not stop myself, I have to sing it.

Then we like to surround ourselves with good music, and people who understand something about it.

Since we’re  Echelon , please do not make the mistake of believing that our definition of good music is limited to Mars , it is not so and we are going further to give a general idea about our tastes in this regard.

Going back again to us for the weekend , the two  crazy musicholics of us , we decided to go hear some live band; the chance would have it , that just last Friday some of our friends would be performing unplugged with the Tribute Band of the 30 seconds to Mars : The Echelon.

Perfect !

Although we were out of the house in time ( miracle! ) , we arrived  little late, as usaual we missed …

Fortunately, the concert had not yet begun , we found out later that one of the two components of the group, the guitarist, had been given dispersed.

Despite this “little ” incident , the singer (and keyboardist ) of the group, gave his best to entertain ,  an unfortunately restricted audience of friends and loyal , with whom he interacted extensively asking a small vocal support .

We sang loudly !

After a few “classics” like The Kill and From Yesterday , the singer of The Echelon , he has experimented with songs taken from the latest album of the group ( Love Lust Faith + Dream ) as Up In The Air, and a brilliant interpretation of City of Angels.

We talked about the weekend, so we go on talking on Saturday …

Saturday night in Los Angeles , 30 Seconds To Mars held a concert at the famous Hollywood Bowl: we have seen that concert .

No, unfortunately we didn’t go to LA.

So , you ask ,How  we did ?

Simple: VyRT !

VyRT is a platform for streaming, is a website created and designed by Jared Leto , and thanks to this you can ivies of concerts and events at a small charge , saw the almost symbolic value for money .

In this case there were three types of tickets for this concert by VyRT : us we have chosen to take a slightly more expensive ticket that included in addition to the vision of the concert, the vision of the sound check and the ability to download the concert.

Now assuming that the check and the concert were Time of the west coast of the United States , we Echelon Italian we had prepared psychologically , because the check would have to leave at midnight, and the concert at 06:00 AM.

Due to some technical problems checking started an hour late , although the wait was well rewarded .

The concert started exactly on time , at 6:00 in the morning, and despite the premise of Jared Leto almost voiceless , the singer gave the best of himself giving the public an extraordinary concert ; supported naturally by the drummer , his brother Shannon Leto and guitarist , or rather multi-instrumentalist , Tomo Milicevic .
After the concert, the group has awarded the public, that this arena and the virtual with the premiere screening of the short film on the single City of Angels.

tumblr_mtp90qtAss1qm9pnao1_1280tumblr_mudkaj3J0D1qm9pv9o1_500

tumblr_mul4tokW2P1sqiy25o1_1280 tumblr_mulmju0Tga1qdebqno2_500

tumblr_mum0r8TJmR1qjxyqko3_500 tumblr_mulmcsO7iL1sj13jco2_500 tumblr_mulmcsO7iL1sj13jco1_500

tumblr_mum0r8TJmR1qjxyqko7_500

Chi ha passato un po’ di tempo con noi, avrà iniziato a conoscerci… almeno un po’.

Chi ha passato un po’ di tempo con noi, avrà capito che siamo delle fan dei 30 Seconds To Mars.

No, non delle fan…ma delle Echelon.

Credo che la parola fan, sia allo stesso tempo riduttiva ed offensiva, in quanto deriva dalla parola fanatic/fanatico. Gli Echelon sono una comunity, una famiglia.

Premesso ciò (scusate l’appunto😄) , vorrei illustrarvi un altro piccolo lato di noi.

Siamo persone cresciute nella musica,  ed ormai ne siamo quasi totalmente dipendenti, naturalmente nel senso più buono:

Credo di essere dipendente dalla musica, quando sento una canzone che mi piace non posso non cantarla, non riesco a trattenermi, devo cantarla.

Ci piace quindi circondarci di buona musica, e di gente che ne capisca qualcosa.

Essendo noi Echelon, per favore, non fate l’errore di pensare che la nostra definizione di buona musica si limiti ai Mars, non è così ed abbiamo intenzione più in là di dare un’idea generale sui nostri gusti al riguardo.

Tornando nuovamente a noi, per lo scorso fine settimana, noi due pazze musicadipendenti, avevamo deciso di andare a sentire qualche gruppo dal vivo; il caso ha voluto che proprio per venerdì scorso alcuni nostri amici si sarebbero esibiti in acustico con la Tribute Band dei 30 Seconds to Mars: The Echelon.

Perfetto!!

Nonostante fossimo uscite di casa in orario (miracolo!), siamo arrivate con un po’ di ritardo, poichè tanto per cambiare ci siamo perse …

Fortunatamente il concerto non era ancora iniziato, abbiamo scoperto poi che uno dei due componenti del gruppo, il chitarrista, era stato dato disperso.

Nonostante questo “piccolo” inconveniente, il cantante  (nonché tastierista) del gruppo, ha dato il massimo per intrattenere il, purtroppo ristretto, pubblico di amici ed affezionati, con i quali ha interagito largamente chiedendo anche un piccolo supporto canoro.

Abbiamo cantato a squarcia gola!!!

Dopo alcuni “classici” come The Kill e From Yesterday, il cantante degli Echelon, si è cimentato con delle canzoni prese dall’ultimo album del gruppo (Love Lust Faith+Dream), come Up In The Air, ed una brillante interpretazione di City of Angels.

Abbiamo parlato di weekend, quindi andiamo avanti parlando di Sabato…

Sabato sera, a Los Angeles i 30 Seconds To Mars hanno tenuto un concerto presso il famoso Hollywood Bowl: noi abbiamo assistito a quel concerto.

No, sfortunatamente non siamo andate a Los Angeles.

Allora, vi chiederete, come abbiamo fatto??

Semplice: VyRT!

VyRT è una piattaforma per lo streaming, è un sito creato ed ideato da Jared Leto, e grazie a questo si possono edere dei concerti e degli eventi ad un piccolo costo, quasi simbolico visto il rapporto qualità-prezzo.

In questo caso c’erano tre tipologie di biglietti per questo concerto via VyRT: noi abbiam scelto di prendere un biglietto leggermente più costoso che prevedeva oltre alla visione del concerto, la visione del sound check e la possibilità di scaricare il concerto.

Ora partendo dal presupposto che il check ed il concerto erano sull’orario della costa occidentale degli Stati Uniti, noi Echelon italiani ci eravamo preparati psicologicamente, in quanto il check sarebbe dovuto partire a mezzanotte, ed il concerto alle 06:00 di mattina.

A causa di alcuni problemi tecnici il check è partito con un’ora di ritardo, sebbene l’attesa sia stata ben ripagata.

Il concerto è iniziato perfettamente in orario, ore 6:00 di mattina,  e nonostante la premessa di un Jared Leto quasi afono, il cantante ha dato il meglio di se donando al pubblico un concerto straordinario; supportato naturalmente dal batterista, il fratello Shannon Leto e dal chitarrista, o meglio polistrumentista, Tomo Milicevic.

Al termine del concerto il gruppo ha premiato il pubblico, quello presente nell’arena e quello virtuale con la proiezione in anteprima del cortometraggio sul singolo City of Angels.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s