Tag Archives: art decò

Cafe in the world

We arrived at the end!
These two weeks seem to lasted as a good espresso (by the way wait a minute I’m going to put on the coffee pot XD), we do not deny that having our coffee addiction, we might as well return in the future to talk about our favorite drink in the meantime, however, we leave you, as promised, with this rundown on the most famous cafe in the world.

Siamo arrivate alla fine!
Queste due settimane sembrano durate quatno un buon espresso (a proposito vado un attimo a mettere su la macchinetta del caffè XD), non neghiamo che vista la nostra caffè dipendenza, potremmo anche ritornare in futuro a parlare della nostra bevanda preferita; nel frattempo però vi lasciamo, come da promesso, con questa carrellata sui Cafè, sui bar ed i locali, pìù famosi al mondo.

Let’s start with Paris and the famous Les Deux Magots, a famous literary café in the Saint-Germain-des-Prés.
Iniziamo con parigi ed il famoso Les Deux Magots, famoso caffè letterario nella zona di Saint-Germain-des-Prés.
Link

The White Horse Tavern in Manhattan ta the Hudson and Eleventh, this restaurant is famous for its culture, in fact, between the years 50 and 60 was a real center of the Beat Generation.
Il White Horse Tavern a Manhattan ta la Hudson e l’Undicesima, anche questo locale è famoso per la sua cultura, infatti tra gli anni 50 e 60 era un vero e proprio centro della Beat Generation.
Link

Let’s go back to Paris, the Café Precope (today is also a restaurant) this time we are in the Latin Quarter. In the list of his clients include: Voltaire, Benjamin Franklin and Thomas Jefferson.
Torniamo a Parigi, con il Cafè Precope (oggi anche ristorante) questa volta siamo nel quartiere Latino. Nella lista dei suoi clienti troviamo: Voltaire, Benjamin Franklin e Thomas Jefferson.
Link

The Café Central in Vienna, is open from mid-800, at the time many of his customers were of chess players.
Il Café Central a Vienna, è aperto dalla metà dell’800, al tempo molti dei suoi clienti erano dei giocatori di scacchi.
Link

Let’s go back to New York but in name only because we are at Cafe New York in Budapest.
Torniamo a New york ma solo di nome perchè siamo al Café NewYork di Budapest.
Link

We stop for a moment in his Prague Café Nouveau Municipal House, an Art Deco joy just a moment from the Powder Tower.
Ci fermiamo un momento a Praga nel suo Café Nouveau Obecni Dum, una chiccha dell’Art Deco proprio ad un attimo dalla Torre di Polvere.

All for today but as I said earlier, we could come back coffee!
Started to give us some suggestions in this regard, what is your favorite way to drink coffee, or if there is a coffee shop that you particularly like!
We look forward to your messages, see you!

Per oggi è tutto ma come ho detto in precednza, potremmo tornare sull’argomento caffè!
Iniziate a darci dei suggerimenti al riguardo, qual’è il vostro modo preferito di bere il caffè, o se c’è una caffetteria che vi piace particolarmente!
Attendiamo i vostri messaggi, ci vediamo!

Michela.

Thanks to…

Advertisements

Architecture in New York

When it comes to talk about New York, when you think of the Big Apple, you can only think about of his great skyscrapers!

Aerial-View-Of-Empire-State-Building-485x728

Quando si parla di New York, quando si pensa alla Big Apple, non si può fare a meno di pensare ai suoi grandiosi grattacieli!

lo-skyline-di-new-york

A bit of history!                                                                                                                             The American architecture has a recent history, which kicks off at the end of the nineteenth when they start to be built the first skyscrapers.                                                                     One of the first buildings to be built, we find the New York Tribune Building designed by architect Richard Morris Hunt in 1873, which reaches 78 m in height.
gon021-Tribune3

Un pò di storia!                                                                                                             L’architettura americana ha una storia recente, che prende il via alla fine del XIX quando iniziano ad essere edificati i primi grattacieli.                                                                            Tra i primi edifici ad essere costruiti, troviamo il New York Tribune Building progettato dall’architetto Richard Morris Hunt nel 1873 che raggiunge i 78 m di altezza.

cityhallparkpostcard

1913 is the Woolworth Building, designed by architect Cass Gilbert: it is a neo-Gothic skyscraper of 60 floors and 241 m high. Curiosity Woolworth Building beat the record for tallest skyscraper in the Mondoa that until then had been the Metropolitan Life Insurance Company Tower.

slide_20040912-3375_Woolworth_Building

Del 1913 è il Woolworth Building, opera dell’architetto Cass Gilbert: si tratta di un grattacielo in stile neogotico di 60 piani e 241 m di altezza. Curiosità: Woolworth Building batté il record di grattacielo più alto del mondo che fino a quel momento era stato della Metropolitan Life Insurance Company Tower.

WoolworthBuilding

In 1916, New York adopted the Zoning Law: a law, in force until 1761, which required the architects to adjust the height of buildings to the size of the parcel urban.

Nel 1916 New York adottò La Zoning Law: una legge, in vigore fino al 1761, che imponeva agli architetti di adattare l’altezza degli edifici alle dimensioni della parcella urbana.

new_arch

One of the skyscrapers symbol of New York is the Empire State Building. The Art Deco-style building was designed in 1930 by architects Lamb and Harmon. It was inaugurated in May of the following year, and becoming the tallest building in the world, removing the primacy of the Chrysler Building. The Empire has a pyramidal pattern, ie the upper floors is gradually decreasing, and its 102-storey house 318 m. The top allows a fantastic view over the city and this is one of the favorite destinations of tourists.

empirestate-ed03

Uno dei grattacieli simbolo di New York è l’Empire State Building.                                 L’edificio in stile Art Decò fu progettato nel 1930 dagli architetti Lamb e Harmon.                  Fu inaugurato nel maggio dell’anno successivo diventando l’edificio più alto del mondo, togliendo il primato al Chrysler Building.                                                                          L’Empire ha un andamento piramidale, ovvero i piani superiori si riducono progressivamente, e i suoi 318 m ospitano 102 piani. La cima permette una visione fantastica sulla città e per questo è una delle mete preferite dai turisti.

empire-state-building

In 1951, the Brazilian architect, Oscar Niemeyer designed the United Nations building, known as the Glass Palace. Curiosity Originally the project had to be designed by Le Corbusier.

timthumb

Nel 1951 l’architetto brasiliano, Oscar Niemeyer, progettò il Palazzo delle Nazioni Unite, conosciuto come il Palazzo di Vetro. Curiosità: in origine il progetto doveva essere disegnato da Le Corbusier.

400px-United_Nations_headquarters_2006

Another famous skyscraper is the Seagram Building, designed by the great Ludwig Mies van der Rohe, in collaboration with Philip Johnson is considered one of the masterpieces of the Modern Movement. The building, completed in 1958, has 38 floors and is 156.9 meters high.

SeagrambuildingAltro famoso grattacielo è il Seagram Building, progettato dal grande Ludwing Mies van der Rohe in collaborazione con Philip Johnson è considerato uno dei capolavori del Movimento Moderno. L’edificio, terminato nel 1958, ha 38 piani ed è alto 156,9 metri.

SONY DSC

Philip Johnson was also in charge of the design of AT & T Building, a 37-story building on Madison Avenue.                                                    

85260-004-66758357

Philip Johnson si occupò anche della progettazione dell’AT&T Building, un edificio di 37 piani in Madison Avenue.

350px-Sony_Building_by_David_Shankbone_crop

Two World Trade Center is the new skyscraper to be built where once stood the Twin Towers, destroyed during the terrorist attack of September 11, 2001. The new building, designed by Norman Foster, will be high and 387 with the tripod-shaped antenna will reach the height of 441 m.

1399_385 WTC NEW[1]

Two World Trade Center è il nuovo grattacielo che sorgerà dove una volta si ergevano le Twin Towers, distrutte durante l’attentato terroristico del 11 settembre 2001. Il nuovo edificio, progettato da Norman Foster, sarà alto 387 e con il treppiede a forma di antenna raggiungerà l’altezza di 441 m.

But the architecture of New York also owed much to an Italian architect (my favorite one): Renzo Piano.
Piano was responsible for the renovation and expansion of the prestigious Morgan Library, and has designed the new home of the New York Times.

nytimes new-york-times-building-renzo-piano-5 new-york-times-building-renzo-piano-2

Ma l’architettura di New York deve molto anche ad un architetto italiano (il mio architetto preferito): Renzo Piano.                                                                                                            Piano si è occupato della ristrutturazione e ampliamento della prestigiosa Morgan Library, e ha progettato la nuova sede del New York Time.

morgan-library-1 morgan-library-2

(Chiara)

(Images from Web)

20′s Art

We said already that twenties are characterize by the need to run away by war ghost. In the art is the same thing.
Between prohibitionism, depression and industry development born some trends that influenced the costume and the art of that time.
This decade, defined by the artistic trends’ aftermath like the Cubism, the Expressionism and the De Stijl; this period is also the father of one of the most important style of the twentieth century: the Art Decò.
This decorative art , born in France and expanded to the entire Europe, was characterized by incorporate the decorative eye of the different arts.
This movement, named Art Decò to abbreviate Exposition Internationale des Arts Décoratifs et Industriels Modernes, made in Paris in the 1925, in where the french art of decoration prevailed in the visual and in the decorativ arts.
Important people of this decade were: the designere Raymond Loewy, Jacques-Émile Ruhlmann and his forniture, Edgar Brandt, Jean Dunand, René Lalique and Maurice Marinot, Cassandre and Sepo, and naturally the paintings of Tamara De Lempicka.
This Polish painter, lived in Paris, and she was closely influenced by the Art Decò, which is remembered as one of the most exponent of that time.
Another relevant artistic event is the birth of Walter Gropius’ Staatliches Bauhaus.
The Bauhaus was a scol of art, architecture and design; it was active from 1919, until the first half of the thirties.
It was an avant-garde school, that became the landmark for all the movements related to the rationalism and to the functionalism.
The teachers were all prominent figures of their areas, and they and their teaching, have meant that this became a crucial point in the debate between technology and culture.
The Staatliches Bauhaus closed in 1932 with the Nazist dictature statement.
The most important teachers were: Wassily Kandinsky, Paul Klee, Johannes Itten and Walter Gropius himself.

423735_tamara11

lempicka_quadro

3269_fotogrande1_tamara-de-lempicka-portrait-de-mme-ira-perrot-166788

media_60759

Abbamo già detto che gli anni venti sono stati caratterizzati dalla voglia di scappare dal fantasma della guerra, la stessa cosa vale anche per quanto riguarda l’arte.
Tra il proibizionismo, la depressione e l’espansione industriale vengono determinate tendenze che hanno influenzato il costume e l’arte del tempo.
Questo decennio, caratterizzato dagli strascichi di espressionistici di correnti artistiche quali il Cubismo, il Post Espressionimo e il De Stijl, è anche fautore di uno stile che rimarrà per buona parte del novecento: l’Art Decò.

Quest’arte decorativa, patrocinante dalla francia ed estesa poi a tutta l’europa aveva come caratteristica quella di incorporare nelle diverse arti, il gusto decorativo.
Tale movimento, denominato Art Decò come sintesi de Exposition Internationale des Arts Décoratifs et Industriels Modernes tenutasi a Parigi nel 1925, e che vide trionfare proprio questo raffinato gusto decorativo, nelle arti visive come in quelle decorative.
Importanti da ricordare sono: il designer Raymond Loewy, il mobilio di Jacques-Émile Ruhlmann , con il ferro battuto di Edgar Brandt e gli oggetti in metallo e le lacche di Jean Dunand, con i lavori in vetro di René Lalique e Maurice Marinot, con gli orologi e la gioielleria di Cartier, coi manifesti di Cassandre e Sepo e ultima ma non meno importante, la pittura di Tamara de Lempicka.
Questa pittrice di origini polacche e impiantata a Parigi, fu strettamente contaminata dal’Art Decò, della quale viene ricordata come uno dei più grandi artisti, in particolare ritratisti.

Un altro avvenimento artistico molto importante per quanto riguarda questo decennio è quello, della nascita della scuola di Walter Gropius: Staatliches Bauhaus.
La Bauhaus, era una scuola di arte, architettura e designe che operò dal 1919, fino all prima metà degli anni trenta; o meglio era una scuola d’avanguardia, che divenne presto il punto di riferimento per tutti i movimenti innovativi legati al razionalismo ed al funzionalismo.
Gli insenganti erano tutte fugure di primo piano nei loro ambienti, ed i temi he la scuola trattava, hanno fatto sì che questa divenne un cruciale punto nel dibattito tra tecnologia e cultura.
La Staatliches Bauhaus fu cotretta ad interrompere la sua attività nel 1932, con l’affermazione del nazismo.
Tra gli insegnanti più conosciuti spiccano i nomi di : Wassily Kandinsky, Paul Klee, Johannes Itten e lo stesso fondatore Walter Gropius.