Tag Archives: Espresso

French Press, Coffee Filter and American Coffee

French coffee is a brew of coffee, known in France as Cafetière à Piston and in English-speaking countries under the name of French Press or Coffee Press.
The plunger coffee , however, is an Italian invention , patented in 1929 by Attilio Callimani and ribrevettata from Faliero Bondanini that produced by a French company .
French coffee is prepared in a cylindrical pot with a plunger pressing on the hot water and coffee powder . The secret is the right grind setting , which must be uniform medium , while too fine a powder are likely to clog the filter or making murky coffee.
Preparation: Put in a pot coffee spoon, about 7-8 grams per 200 milliliters of water, pour hot water , mix the contents and cover with the plunger for 3-4 minutes. Dip again and push the plunger down : the pressure should be exerted in a slow and steady . The coffee must be poured into the cup , running it through a fine strainer .

Il caffè francese è un infuso di caffè, conosciuto in Francia come Cafetière à Piston e nei paesi anglofoni con il nome di French Press o Coffe Press.
La caffettiera a stantuffo però è una invenzione italiana, brevettata nel 1929 da Attilio Callimani e ribrevettata da Faliero Bondanini che l’ha prodotta in un’azienda francese.
Il caffè francese si prepara in un bricco cilindrico con stantuffo che preme su l’acqua calda e la polvere di caffè. Il segreto è il giusto grado di macinatura, che deve essere medio e uniforme; mentre una polvere troppo fine rischia di intasare il filtro o rendere torbido il caffè.
Preparazione: mettere nel bricco un cucchiaio di caffè, circa 7-8 grammi, per ogni 200 millilitri d’acqua, versare l’acqua calda, mescolare il contenuto e coprire con lo stantuffo per 3-4 minuti. Immergere di nuovo lo stantuffo e spingere verso il basso: la pressione va esercitata in modo lento e costante. Il caffè deve essere versato nella tazza, filtrandolo con un colino fine.

The Coffee Filter is an infusion of coffee.
It is prepared with the appropriate machine: this consists of a reservoir for water, a resistance, a filter holder in which position the filter paper and a carafe that collects the coffee. The drink is prepared by placing the ground coffee in the filter, you put water in the tank and turn on the coffee pot.
Alternative to the coffee machine is the direct infusion with hot water, as for tea: you leave the coffee powder in infusone, the filtered with the filter, than you use in coffee machines, with the aid a plastic filter holder.

Anche il Caffè Filtro è un infusione di caffè.
Si prepara con l’apposita macchina: questa è composta da un serbatoio per l’acqua, una resistenza, un portafiltro in cui posizionare il filtro di carta e una caraffa che raccoglie il caffè. La bevanda si prepara mettendo il caffè macinato nel portafiltro, si mette l’acqua nel serbatoio e si accende il caffettiera.
Alternativa alla macchina da caffè è l’infusione diretta con l’acqua bollente, come per il tè: si lascia la polvere di caffè in infusone, la si filtra con il filtro, quelle che si usa nelle macchine da caffè, con l’aiuto di un portafiltro di plastica.

The American coffee is prepared by adding hot water to espresso. This gives the same charge as the normal filter coffee, the taste is different.
The Long Black is always a coffee maker, but it is prepared in the opposite way: in this case, you add a double dose of espresso to hot water, leaving intact the espresso cream.

Il Caffè americano si prepara aggiungendo acqua calda all’espresso. Questo dà la stessa carica del caffè filtro normale, il gusto è diverso.
Il Long Black è sempre un caffè americano, ma è preparato in modo opposto: in questo caso si aggiunge una doppia dose di espresso all’acqua calda, lasciando intatta la crema dell’espresso.

(Images from web)

Advertisements

Barley Coffee

This type of drink, derived from barley roasted coffee substitute is a widely used in the past when the coffee was not economically accessible to all.
Depending on the type of powder processing, the barley can be prepared with the coffee maker, as a turkish coffee or can simply be dissolved in water.
Nowadays, as there is no more need to use a coffee substitute, this drink is consumed mostly because of its lack of caffeine, plus it has the characteristics of healthy hereditary, such as an anti-inflammatory function.

Caffè d’Orzo

Questo tipo di bevanda, derivata dall’orzo tostato, è un surrogato del caffè molto utilizzato nel passato quando il caffè non era economicamente accessibile a tutti.
A seconda del tipo della lavorazione della polvere, l’orzo può essere preparato con la moka, come un caffè turco o può essere semplicemente sciolto in acqua.
Oggi giorno, poichè non c’è più il bisogno di usufruire di un caffè surrogato, questa bevanda viene maggiormente consumata a causa della sua assenza di caffeina, in più ha delle caratteristiche salutari ereditarie, come ad esempio una funzione antinfiammatoria.

The Viennese Melange

It’s also called simply Melange na specialties and is made ​​with Vienna coffee.
IT’s very similar to cappuccino as Italian as the cappuccino is composed of a base of espresso and a part of milk, decorated with milk foam. But it differs from the cappuccino because its base is coffee longer and lighter toasting, also served in generous portions with respect to the Italian drink.

Il Melange Viennese

E’ chiamato anche semplicemente Melange ed è na specialità realizzata con caffè di Vienna.
E’ molto simile al cappuccino italiano poichè come il cappuccino è composto da una base di caffè espresso e una parte di latte, decorato con schiuma di latte. Però si differenzia dal cappuccino poichè la sua base è di caffè più lungo e con una tostatura più leggera, inoltre viene servito in porzioni più abbondanti rispetto alla bevanda italiana.

The Maroccan

Originates in the area of Alexandria and an evolution of the bicerin di Cavour, is widespread throughout Italy. Its name originates from a type of leather band that was fashionable in the 30s, named “Morocco” and that has the same brownish color of the drink.

How do you prepare?
It is prepared with a basis of coffee with the addition of dark chocolate powder and frothed milk to cream. Of course there are other ways to prepare Moroccan, but this is the traditional method.

Il Marocchino

E’ originario della zona di Alessandria e nasce come evoluzione del Bicerin di Cavour, è diffuso in tutta Italia. Il suo nome prende origine da un tipo di fascia in pelle che andava di moda negli anni 30, chiamata appunto “Marocco” e che ha lo stesso colore marroncino della bevanda.

Come si prepara?
Si prepara con una base di caffè al quale si aggiunge del cioccolato fondente in polvere e del latte montato a crema. Naturalmente esistono altri modi di preparare il Marocchino, ma questo è il metodo tradizionale.

The ice coffee

This refreshing way of preparing coffee is originally from Spain, but in Italy it is typical of the Salento area, also comes from a way of taking coffee in the nineteenth century, in fact they used to serve espresso accompanied by lemon or mint and pieces of ice or snow.

How do you prepare?
We prepare a normal espresso and add the sugar, then pour the still warm in a glass beaker (possibly large) that we filled with ice cubes (just out of the freezer).
In this way, the coffee cools, but retains its flavor, this should be drunk immediately.

Variants
The ice coffee can also be “blown” with steam before being served, in this way the coffee becomes creamier.
Another variant is the one that involves the use of almond milk as a sweetener: prepare the coffee and pour it without using sugar in a glass filled with ice cubes, then add 2 or 3 tablespoons of almond milk and mix everything with a spoon. Although this variant can be “blown”.

Il caffè in ghiaccio

Questo rinfrescante modo di preparare il caffè è originario della Spagna ma in Italia è tipico della zona del salento, deriva anche da un modo di prendere il caffè nell’ottocento, si usava infatti servire l’Espresso accompagnato da scorza di limone o menta e con pezzi di ghiaccio o neve.

Come si prepara?
Prepariamo un normale espresso e lo zuccheriamo , poi lo versiamo ancora caldo in un bicchiere di vetro (possibilmente largo) che abbiamo riempito di cubetti di ghiaccio (appena tolti dal freezer).
In questo modo il caffè si raffredda, ma mantiene il suo aroma, per questo va bevuto immediatamente.

Varianti
Il caffè in ghiaccio può anche essere “soffiato” con del vapore prima di essere servito, in questo modo il caffè diviene più cremoso.
Un’altra variante è quella che prevede l’utilizzo di latte di mandorla come dolcificante: prepariamo il caffè e lo versiamo, senza zuccherarlo, in un bicchiere pieno di cubetti di ghiaccio; successivamente si aggiungono 2 o 3 cucchiai di latte di mandorla e si mescola il tutto con un cucchiaino. Anche questa variante può essere “soffiata”.